https://farm4.staticflickr.com/3838/15155163895_3f25803470_z.jpgUn cittadino rumeno di 39 anni è deceduto ieri sera all’ospedale “Luigi Curto” di Polla dove era arrivato, trasportato da un’ambulanza del 118, con diversi traumi interni.

L’uomo, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, stava percorrendo in bicicletta la Strada Statale 19 nel tratto che attraversa il Comune di Casalbuono, dove viveva insieme alla moglie ed alla figlia. Non è chiaro ancora cosa sia successo, fatto sta che delle persone hanno chiamato il 118 per segnalare la presenza dell’uomo a terra. Dopo pochi minuti sono arrivati i soccorritori che, dopo aver stabilizzato i parametri vitali, lo hanno caricato in ambulanza e trasportato al pronto soccorso del nosocomio pollese. Le condizioni del 39enne sono apparse subito gravi e, a causa delle lesioni interne emerse dagli esami diagnostici, è stato subito portato in sala operatoria. Purtroppo, però, non c’è stato nulla da fare. I traumi riportati non gli hanno lasciato scampo ed il suo cuore ha cessato di battere durante l’intervento chirurgico.

La magistratura ha disposto l’autopsia sul corpo del 39enne, che ora si trova presso la sala mortuaria del “Curto”. Sul luogo in cui è stato ritrovato l’uomo in fin di vita sono intervenuti anche i Carabinieri della Stazione di Buonabitacolo e del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Sala Consilina. I militari stanno lavorando alla ricostruzione dei fatti. Non è ancora chiaro se i traumi che lo hanno portato alla morte siano stati causati da una caduta o dall’investimento da parte di un’auto. Saranno ora l’esame autoptico e le indagini dei carabinieri a fare chiarezza sulla natura delle lesioni interne riportate.

– Erminio Cioffi –


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.