Lettera alla redazione – di Rocco Cimino

Cari giovani, non perdete la speranza che un mondo migliore sia possibile, lo so che vivete in una realtà difficile, complessa, variegata senza punti validi di riferimento ma sta a voi, con il vostro entusiasmo, con la vostra forza, con la vostra onestà, con il vostro impegno a cambiare il corso della storia. Studiate non per prendere un semplice titolo di studio, il famoso “pezzo di carta”, per trovare una sistemazione o semplicemente per il voto ma per dilatare i vostri orizzonti culturali, per acquisire un sapere critico, un pensiero divergente in modo da essere voi gli artefici delle conoscenze e non i ricettori passivi di saperi già preconfezionati.

Ribellatevi a quei professori che non svolgono con amore, impegno e professionalità il loro lavoro e perdono tempo leggendo il giornale in classe o bivaccano nei corridoi o vi costringono a imparare a memoria pagine e pagine di storia o si dedicano ad organizzare convegni insulsi e progetti fumosi. Non accontentatevi di una conoscenza sommaria e superficiale ma andate in profondità per cogliere la sua vera essenza, perchè il sapere richiede sacrificio, rinuncia ma solo esso vi potrà donare la libertà di pensiero e l’autonomia di giudizio per essere dei cittadini autentici. Diffidate di chi dice che il sapere è divertimento: non lo è affatto; solo dopo avere studiato ci può essere un momento di soddisfazione per aver compiuto il proprio dovere. Difendete il vostro territorio dalla speculazione edilizia, dall’abbandono, dall’incuria di alcuni amministratori, non girate lo sguardo dall’altra parte facendo finta di non vedere gli sciacalli che lo calpestano. Preoccupatevi quando vedete dei terreni incolti, perchè potrebbero suscitare gli appetiti di persone senza scrupoli. Siate fieri di essere italiani e cercate di onorarne il nome, perchè l’Italia è ricca di storia, di arte, di bellezze naturali uniche al mondo e non dovete permettere che vengano danneggiate. Non abbandonatevi allo sconforto e al pessimismo in quanto un futuro migliore è possibile: avete l’intelligenza, la forza, l’entusiasmo, la creatività per realizzare i vostri sogni, non svendeteli. Siate gli artefici del vostro domani e non fatevelo rubare dagli altri con false promesse. Rispettate gli anziani, perchè non è assolutamente vero che vi rubano il vostro futuro come dicono alcuni mentori per dare una giustificazione ai loro fallimenti, in quanto una società di soli giovani è impensabile e non sarebbe nemmeno auspicabile. Evitate di pronunciare frasi insulse tipo:“I giovani sono migliori degli anziani”,”gli anziani vanno rottamati”,anche voi diventerete vecchi, una nazione cresce con il contributo di tutti. Picasso diceva:“Per diventare giovani ci vogliono molti molti anni”. Non pensate mai di essere migliori degli altri ma uguali agli altri, la presunzione ci rende miopi e arroganti e sull’arroganza non si potrà costruire un futuro civile e democratico. Cercate di essere costruttori e modelli di pace, di bontà, di lealtà e di umanità.

Vi auguro con tutto il cuore di essere fieri di voi stessi e come diceva il filosofo Locke di fare della vostra vita il capolavoro della vostra esistenza.

– Rocco Cimino –


 

Commenti chiusi