Sono 44 le città candidate al titolo di Capitale Italiana della Cultura 2021 come comunica il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

In Campania soltanto 6 città hanno presentato la propria candidatura per il prestigioso ruolo e tra queste figurano anche due centri del Vallo di Diano, Padula e Teggiano. Candidate, inoltre, anche le città di Capaccio Paestum, Castellammare di Stabia, Giffoni Valle Piana e l’isola di Procida.

In Basilicata, invece, soltanto Venosa, la città natale di Orazio, ha presentato la propria candidatura al Mibact.

Il Ministero, che oggi ha ufficialmente presentato le 44 candidature, ha annunciato che entro il 2 marzo devono essere presentati i dossier di candidature.

La Capitale Italiana della Cultura è una città designata ogni anno dal Ministero, scelta da una commissione di esperti, che in 12 mesi ha la possibilità di mettere in mostra la sua vita e il suo sviluppo culturale. Nata nel 2014 dopo il “Decreto Cultura” e la proclamazione di Matera come Capitale europea della Cultura 2019, l’iniziativa ha tra gli obiettivi quello di valorizzare i beni culturali e paesaggistici e di migliorare i servizi rivolti ai turisti.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*