Ieri mattina, nel corso di controlli mirati, i tecnici dell’Enel di Agropoli hanno scoperto una truffa ai danni della società di energia elettrica, consistente nel rubare corrente elettrica ponendo un magnete sul contatore della luce.

Artefici del fatto due noti bar situati nell’area archeologica di Paestum, i cui due rappresentanti legali sono subito stati denunciati alla Procura di Salerno per furto di energia elettrica e mancata fatturazione Enel.

I tecnici, dopo aver scoperto il reato compiuto con il trucco del magnete, hanno sospeso l’energia elettrica erogata. I controlli a carico delle due attività commerciali sono partiti dopo che la società elettrica ha accertato dei consumi sospetti. Infatti la fatturazione dell’energia elettrica utilizzata era troppo bassa, grazie al rallentamento dei consumi creato dal magnete. Pare che sia stata addirittura del 70% in meno rispetto al periodo invernale, quando i bar lavorano di meno.

Gli accertamenti sono stati eseguiti in collaborazione tra i tecnici e i carabinieri della stazione di Capaccio scalo, agli ordini del comandante Serafino Palumbo. Una volta controllati i contatori, sugli stessi sono stati trovati i magneti. La corrente elettrica resterà staccata fino a quando i due commercianti non regolarizzeranno la loro posizione e risarciranno l’Enel del mancato pagamento dell’energia.

I controlli  dei tecnici Enel e dei carabinieri, intanto,  continueranno anche nei prossimi giorni.

– redazione – 


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*