I finanzieri della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno hanno sequestrato quasi una tonnellata di novellame di triglia, detenuto e trasportato illegalmente. Il risultato di servizio scaturisce all’esito dei costanti e capillari controlli eseguiti dai finanzieri di mare, e finalizzati a prevenire e reprimere la scellerata pratica della pesca di frodo di tali esemplari di specie ittiche.

In questo caso, i sequestri del pescato sono avvenuti in tre distinte operazioni su strada, in località “Ponte Barizzo” del Comune di Capaccio, “Campolongo” del Comune di Eboli e nel pieno centro di Salerno.

Le pattuglie delle Fiamme Gialle, grazie all’esperienza ed all’occhio vigile, nonché alla conoscenza dei movimenti dei soggetti maggiormente dediti a questo tipo di attività illecite, hanno individuato e fermato tre automezzi sospetti, che all’esito del controllo si sono rivelati carichi di novellame di triglia illegalmente pescato. Il prodotto, era già stato opportunamente sistemato nelle cassette, pronto per essere destinato alla vendita illegale. I soggetti responsabili sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria.

Il pescato posto in sequestro, dopo essere stato sottoposto a visita da parte dei veterinari dell’A.S.L. SA – Distretto 66, è stato giudicato idoneo al consumo alimentare umano ed è stato donato ad istituti caritatevoli della provincia di Salerno.

Paolo Giuseppe Gallo –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.