E’ stato intercettato e arrestato a Capaccio, questa mattina, Domenico Cesarano, 58 anni, uno dei cento latitanti più pericolosi d’Italia, ritenuto affiliato al clan vesuviano dei Fabbrocino. A mettere le manette ai polsi dell’uomo vicino alla camorra sono stati i Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal cap. Giulio Presutti, insieme ai colleghi di Castello di Cisterna (Na).

Domenico Cesarano è stato sorpreso dai militari in una abitazione vicino al mare di Capaccio, insieme alla moglie. Era ricercato da oltre tre mesi perché condannato per associazione camorristica ed estorsioni aggravate dal metodo mafioso. Deve scontare una pena di 11 anni e 4 mesi di reclusione.

– redazione –


 

Commenti chiusi