Ennesimo record negativo per la Campania di De Luca che continua pure a vantarsi nei monologhi del venerdì senza contraddittorio, oramai una fotografia sbiadita di una Campania che non esiste se non nella sua fantasia“. Così in una nota l’eurodeputato della Lega Valentino Grant insieme ai parlamentari campani Pina Castiello, Gianluca Cantalamessa, Francesco Urraro, Ugo Grassi e ai consiglieri regionali Gianpiero Zinzi e Attilio Pierro.

Eurostat certifica che la Regione Campania, anche nel 2021, si colloca tra le aree più indietro dell’Unione Europea per occupazione con un tasso del 41,4%, quasi il 30% in meno della media dell’Unione Europea.

Ci fa ancora più rabbia – continua Grant – che il primato sia condiviso con altre regioni del Sud: Sicilia, Calabria e Puglia. Tra le ultime cinque zone per tasso d’occupazione, l’unica non italiana è la Guinea francese“. La media europea si attesta al 68,4% di popolazione occupata tra i 15 e i 64 anni. Con i suoi numeri la Campania fa registrare il penultimo dato nei 27 Paesi dell’Unione.

Le cose vanno anche peggio se si tiene conto del lavoro al femminile – prosegue –  in Campania meno di una donna su tre trova lavoro (29,1%), il dato più basso d’Europa. Un divario nettissimo con le regioni del Nord dove la Lega governa da anni e alla quale vengono riconosciuti i giusti meriti con i dati sul lavoro perfettamente in linea con quelli europei: 67,2% nel Nord-Est e 65,9% nel Nord-Ovest. I cittadini campani rovinati da De Luca e da anni di politica clientelare di sinistra. Chiediamo un impegno concreto del Governo per arginare, secondo competenze, il disastro De Luca”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.