La notizia che la Campania resterà in zona rossa fino al 20 aprile è insostenibile senza aiuti economici mirati“. Lo dichiara il Senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania.

La Campania è la regione che è stata più chiusa in Italia e De Luca non ci ha messo 1 euro dopo la campagna elettorale – afferma Iannone -. Eravamo già primi in Italia per numero di redditi di cittadinanza, ben 229mila, ma in questo modo si decreta la morte legale di bar, ristoranti, palestre, piscine, autonomi e partite iva, travolti da costi fissi e tasse che non possono fronteggiare senza lavoro e con elemosine di Stato.

Secondo il Commissario Regionale di Fratelli d’Italia, occorre un’attenzione particolare per la Campania se non si vuole generare “una bomba sociale che presto esploderà“.

Chiusure sì per la sicurezza sanitaria ma occorrono anche indennizzi veri e capacità di vaccinare celermente – sottolinea Iannone -. Il Governo Draghi non ha segnato nessun cambio di passo e De Luca ha scaricato le sue incapacità gestionali sui cittadini, per mesi ha chiuso tutto perché è l’unica soluzione che trova a una sanità inefficiente, a trasporti inadeguati e ad una mancanza di ogni organizzazione per affrontare il momento“.

– Paola Federico –

4 Commenti

  1. Gennarino says:

    Ha parlato il genio della lampada !

  2. Giuseppe says:

    Qualcuno preferiace la censura di memoria fascista. L’opposizione fa il suo dovere chi comanda deve avere le soluzioni. Non esiate “nessuno tocci DE Luca”

  3. Finchè si faranno solo guerra politica non si risolverà nulla. È facile sparare contro De Luca. Lui cosa avrebbe fatto. Perchè non li da lui i soldi ai cittadini. Tutti bravi a parlare sull operato degli altri

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*