827 milioni e 300 mila euro alle scuole della Regione Campania. E’ l’intervento disposto dal governatore Stefano Caldoro e dalla Giunta regionale per il potenziamento e la riqualificazione del sistema scolastico campano.

Il programma si divide in più fasi: la prima interessa il potenziamento e la riqualificazione degli istituti regionali attraverso 2 importanti protocolli d’intesa che riguardano le dotazioni tecnologiche e le reti delle istituzioni scolastiche; i laboratori necessari per apprendere le competenze chiave come quelle nel campo scientifico, matematico e linguistico; l’efficienza degli edifici scolastici in termini di efficienza energetica, messa a norma, dotazione impianti sportivi ed altro ancora. Il secondo protocollo d’intesa vedrà interventi per il risparmio energetico, la sicurezza delle strutture, spazi esterni ed interni come le ristrutturazioni o sostituzione di porte, arredi, infissi, ascensori, piattaforme elevate ed altro.

In questa prima fase saranno 325 i milioni da destinare agli ambienti delle scuole elementari, medie e superiori che in Campania contano 800 mila alunni. Il denaro sarà così suddiviso: 205 milioni per 400 strutture e 120 milioni per 3.553 laboratori didattici per 1000 scuole. La seconda fase riguarda l’inserimento della scuola nell’accelerazione della spesa. La giunta Caldoro, infatti, in passato ha già definito le procedure per programmare ulteriori risorse POR FESR volte a migliorare l’adeguamento statico degli edifici di proprietà dei comuni della Campania con l’attuazione di 54 progetti per 102,3 milioni di euro con il 38,8% già ammesso a finanziamento (per un totale di 40,8 mln).

– redazione –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano