https://farm4.staticflickr.com/3872/14822543449_9146a5aef7_o.jpgAll’indomani della morte di Simone Pandolfi, il 21enne deceduto domenica mattina a Marina di Camerota dopo una notte in discoteca, il sostituto procuratore Alfredo Greco ha firmato due avvisi di garanzia per i due medici che erano a bordo delle due ambulanze giunte sul posto per soccorrere il 21enne. Lo riporta Vincenzo Rubano sul quotididiano La Città di Salerno.

I due medici potranno nominare periti o presenziare personalmente all’esame autoptico che sarà effettuato molto probabilmente domani pomeriggio. Le indagini del pm sono volte a verificare se a Simone è stata prestata adeguata assistenza sanitaria.

Simone è stato soccorso dai sanitari del 118 domenica mattina a Camerota. Insieme a lui un amico che ha riferito ai sanitari di aver trascorso insieme a Simone la notte in una discoteca del posto. I sanitari del 118 lo hanno trovato a bordo strada, ancora in vita ma privo di sensi, in condizioni gravissime. Aveva in bocca aveva dei fazzolettini.

Il medico di guardia medica, intervenuto insieme all’equipaggio di un’ambulanza del 118 di Camerota, ha prestato subito le prime cure ed ha chiesto l’intervento di una seconda ambulanza partita dal Saut di Palinuro, con a bordo il medico rianimatore. Il cambio di ambulanza è avvenuto lungo la strada che collega Camerota a Palinuro. Purtroppo il cuore del ragazzo si è fermato lungo il tragitto.

La causa del malore potrebbe essere attribuita ad un mix di droghe. Ma sarà l’autopsia, effettuata dal medico legale Adamo Maiese, a chiarire definitivamente ogni dubbio.

– redazione


– Articolo correlato –

01/09/2014 – Camerota, 21enne muore dopo una notte in discoteca. Forse stroncato da overdose


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano