Si è svolto nei giorni scorsi, nella suggestiva cornice del piazzale dell’alzabandiera della Caserma “Capone”, sede storica dell’8° Reggimento Artiglieria Terrestre “Pasubio”, il cambio del Comandante di Reggimento tra il Colonnello Riccardo Pesce e il Colonnello Elvidio Cedrola, originario di Agropoli e figlio del noto chef cilentano Antonio Cedrola.

La cerimonia, presenziata dal Comandante della Brigata Bersaglieri Garibaldi, Generale Massimiliano Quarto, si è svolta in forma sobria ed essenziale nel rispetto delle norme vigenti per il contrasto e il contenimento dei contagi da Covid. All’evento hanno preso parte le massime Autorità civili della provincia di Salerno, tra cui il sindaco di Serre, Franco Mennella, a conferma della sempre maggiore intesa che lega l’Unità militare con il territorio e le Istituzioni locali.

Il Colonnello Pesce ha ringraziato della possibilità concessagli di guidare il Reparto di Artiglieria più decorato della Forza Armata, un’esperienza unica nella sua vita professionale e umana. Il Generale Quarto ha elogiato il lavoro di Pesce e i risultati conseguiti dal Reggimento, frutto soprattutto della professionalità, del lavoro quotidiano, dell’impegno, del sacrificio e della generosità messa in campo dai suoi artiglieri in un periodo storico del tutto particolare attraversato dal Paese. Il Comandante della Brigata Garibaldi ha concluso il suo intervento augurando il proprio personale in bocca al lupo al Colonnello Cedrola con la certezza che avrà grandi soddisfazioni durante il proprio comando. Il Colonnello Pesce è stato designato a ricoprire un prestigioso incarico presso lo Stato Maggiore dell’Esercito Tedesco a Berlino.

Il Colonnello Cedrola, proveniente dallo Stato Maggiore della Difesa, ha ricevuto in custodia la Bandiera di Guerra dell’8° Pasubio, unità più decorata dell’Arma di Artiglieria, che si fregia di una medaglia d’oro, una medaglia d’argento e due medaglie di bronzo al Valor Militare, una medaglia di bronzo al Valor Civile e una medaglia di bronzo al merito della Croce Rossa Italiana. Il Reggimento, inoltre, vanta la cittadinanza onoraria dei Comuni di Verona, Posina, Valli del Pasubio, Vallarsa e Serre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.