valdianoNel giorno del grave infortunio occorso all’ariete Di Giacomo, (tripla frattura dello zigomo che lo terrà fuori per alcune settimane) ritorna al gol il bomber “Pugliese” Morea. L’attaccante, vero protagonista della superba scalata del club teggianese passato in pochi anni dall’anonimato della seconda categoria al massimo torneo regionale di eccellenza, pur agendo a mezzo servizio, non avendo del tutto recuperato dagli annosi problemi legati alla pubalgia, è entrato dopo oltre un’ora di gioco e da par suo ha sbloccato nell’ultimo tratto una gara che fino al 36’ della ripresa era rimasta sul filo dell’equilibrio e sembrava destinata a concludersi con lo stesso risultato con la quale era iniziata. Ma l’estro e la classe di Morea hanno fatto la differenza, finendo per far pendere la bilancia a favore degli azulgrana di Tudisco.

Una rete tanto pesante che non solo vale tre preziosi punti in chiave salvezza, contro una compagine che punta allo stesso obiettivo, ma che fa riassaporare ai ragazzi del patron Carmine Cardinale di nuovo il gusto della vittoria dopo il  doppio ko consecutivo rimediato dalla due di testa Gragnano e Scafatese e soprattutto riporta un po’ di serenità nell’ambiente scosso anche dalla valdiano classificavicenda legata all’uscita di scena del direttore sportivo Paolo Vertucci. Una situazione che sembra destinata a chiudersi senza il tanto auspicato incontro chiarificatore  previsto dall’ormai ex ds. La squadra secondo le disposizioni adottate dal presidente Antonio Morena, di concerto con gli altri dirigenti, dovrà far riferimento alla triade Di Gruccio, D’Aguanno, Langone. Una situazione temporanea in attesa di scegliere il nuovo responsabile dell’area mercato.

A preoccupare Tudisco è l’infortunio di Di Giacomo perché se l’assenza dovesse prolungarsi, non può essere escluso un ritorno sul mercato alla riapertura delle liste fissata come di consueto per l’inizio di dicembre. Intanto si guarda con fiducia alla classifica che dopo tredici giornate presenta aspetti positivi: 17 punti messi nel sacco ed una confortante settima piazza sono un buon viatico per affrontare senza nessun assillo il rush finale che la vedrà opposta al team di vertice.

– Gerardo Lobosco –


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*