A poco più di una settimana dall’inizio del ritiro fissato per lunedì 4 agosto, in casa Valdiano, del patron Carmine Cardinale, neo promossa in Eccellenza massimo torneo regionale dei dilettanti, dopo aver riconfermato alla guida tecnica “Ciccio” Tudisco, a differenza di altre antagoniste finora, non è stata particolarmente attiva sul mercato.

Per la cronaca si registra, infatti, un solo colpo in entrata legato all’ingaggio dell’estremo difensore Gianfranco Faggiano, 24 anni, ex Temeraria, il quale va a prendere il posto del non riconfermato Mazza, il quale non ha raggiunto l’intesa economica con i dirigenti valdianesi. Invece, appare del tutto sfumato l’arrivo del centrocampista Pascuzzo, ex Val D’agri, che sembrava in procinto di vestire la maglia azulgrana.

Vanno inoltre segnalati due arrivi in chiave under entrambi 17enni: Lamanna e Caggiano. Poca cosa se si considera che la squadra si appresta ad affrontare il più importante campionato regionale ritenuto tra i più competitivi in Italia e la cui difficoltà è notoria a tutti vista la qualità che riesce ad esprimere, basta dare uno sguardo ai risultati conseguiti dalle squadre campane nelle competizioni nazionali (play off e Coppa Italia. ndr).

Cerchiamo di capire in che direzione si stanno muovendo il ds Paolo Vertucci & C.  Finora la società ha deciso di mantenere un profilo basso senza fare follie. Ed a giudicare da come si sta muovendo il Valdiano, riteniamo che questa sia la strada adottata.

La scelta anche se apparentemente rischiosa appare per certi versi oculata, soprattutto alla luce della riforma dei campionati che inevitabilmente ha finito per mettere sul mercato un numero di calciatori tali da consentire ai dirigenti di avere un ventaglio molto ampio su cui scegliere. Pertanto appare inevitabile che i dirigenti azulgrana abbiano deciso di muoversi in questa direzione e con molta parsimonia, per cui i tanto invocati rinforzi stentano ad arrivare.

Una situazione tale che di certo non soddisfa i tifosi teggianesi che appaiono preoccupati ma tant’è. A Tudisco l’arduo compito di districare la matassa. Sarà il campo fin dalle prime uscite ufficiali a dire se il cammino intrapreso dal sodalizio valdianese sia quello vincente.

– Gerardo Lobosco –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano