valdiano calcio 30 ottobreIn dieci giorni tre partite, 9 punti e classifica che comincia a sorridere al Valdiano. La squadra di Tudisco ha completato il tris con una netta affermazione a spese del Vis Ariano, che è sicuramente solo la brutta copia della squadra che agli inizi degli anni 2000 gli sportivi del Vallo di Diano avevano ammirato nelle gare giocate a Polla e che dominava nel massimo torneo regionale approdando poi in serie D.

Quella vista al ” Vertucci” è stata una formazione davvero scarsa, che non è stata capace di impensierire neanche una volta il portiere azulgrana e alla fine la truppa di patron Carmine Cardinale ha dilagato, imponendosi con un netto 3-0 (Di Giacomo su rigore, Costanzo e Giordano hanno messo la loro griffe nello score dei marcatori), ma il punteggio poteva assumere aspetti più rotondi. Con 13 punti il Valdiano si lascia alle spalle un bel gruppo, collocandosi a ridosso delle migliori che puntano ai play off.

Ora sul cammino del team teggianese ci sarà il Real Pontecagnano, avversaria nella passata stagione in promozione. Una sfida che, stando alla classifica, appare alla portata di Morea e soci, i quali sono pronti a calare il poker nell’anticipo in programma sabato. E sarebbe il modo migliore per completare il ciclo a difficoltà medio-bassa, mentre dalla giornata successiva per i ragazzi di Tudisco inizia la serie di confronti con le big, che si concluderà al termine del girone d’andata, per cui sarebbe opportuno tornare con un risultato utile dalla trasferta picentina, per poi affrontare nelle condizioni ottimali la fase conclusiva del girone d’andata.

Contro gli irpini il bomber pugliese Morea è stato tenuto precauzionalmente a riposo e ha fatto la sua comparsa soltanto nei minuti finali. Una scelta saggia per poterlo schierare a Pontecagnano, dove Tudisco avrà a disposizione tutti, per cui potrà optare su varie soluzioni. Di certo riuscire a calare il poker di vittorie consecutive non solo avrebbe ripercussioni benefiche sulla classifica, ma anche sul morale in vista delle sfide con quoziente di difficoltà elevato.

Ma intanto ci si gode il meritato sesto posto, che per una matricola è sicuramente un buon risultato e rappresenta un buon viatico per il prosieguo della stagione.

– Gerardo Lobosco – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*