Sassano e il calcio, un amore che si perde nel tempo. E nel centro valdianese sono nati i calciatori che hanno calcato palcoscenici di grande prestigio: da Beppe Bruscolotti, per il quale non c’è bisogno di presentazioni, a Giovanni Cammarano, ex Potenza e Salernitana, da Gennaro Laureana, per lui tanta serie C e per finire al compianto Pierino Paciello, arrivato alle soglie del grande calcio prima che un brutto infortunio ne frenasse una carriera folgorante. Questa premessa per dire che la locale squadra di calcio, dopo aver dovuto ingoiare la beffa del sorpasso nell’ultima di campionato di prima categoria che l’ha privata del salto diretto nel torneo di Promozione, è davvero vicina a centrare la storica promozione.

Un traguardo mai raggiunto da un club cittadino che portasse il nome del “paese delle orchidee”. (In passato il Comprensorio Valdianese ha preso parte a questo torneo giocando le sue gare interne al “San Giovanni”, ma i tifosi di Sassano non l’hanno mai sentita come loro rappresentante – ndr). E questa potrà avvenire attraverso i play off che vedranno la squadra del presidente Domenico Ricciardone e del tecnico Giovanni Cammarano chiamata a compiere altri due sforzi: il primo tra due settimane contro la vincente del confronto Pro Colliano-Contursi e l’altra contro una compagine che verrà fuori dal girone H. Pur con il rammarico per aver sprecato l’occasione di chiudere il campionato in anticipo e pertanto evitare le fatiche post season, ora in casa Sassano si pensa a non fallire l’opportunità che viene data dai play off.

“Noi ci crediamo – afferma il tecnico Cammarano – per questo stiamo continuando ad allenarci per non perdere il ritmo gara. Stare fermi per quasi un mese non è semplice, ma siamo consapevoli che non dobbiamo abbassare la guardia per riuscire a centrare la Promozione”. Intanto per i tifosi del team caro al presidente Ricciardone, una buona notizia: la squadra dopo aver giocato l’intera stagione sul neutro di Sant’Arsenio, per queste due gare dei play off ritroverà il campo amico del “San Giovanni” a Sassano, per cui c’è da attendersi il grande pubblico in occasione di queste sfide che dovrebbero valere la storica promozione.

– Gerardo Lobosco –


 

Commenti chiusi