Il Valdiano targato “Ciccio” Tudisco, non si ferma più. E la strada che conduce all’eccellenza sembra spianata. Neanche le condizioni meteo avverse che hanno messo in forse il match in programma sul campo amico del “Vertucci” e la Giffonese, avversaria di turno che stazione nella zona play off, riescono a bloccare la marcia trionfale degli azulgrana di patron Carmine Cardinale. Un cammino che prosegue in modo impeccabile e senza macchie.

Questa volta a griffare il successo ci hanno pensato l’esperto Spinelli e “lo straniero” Cisse. Unica nota stonata in una giornata da incorniciare il fatto che è caduta dopo 625’ l’imbattibilità della porta teggianese. Ed è il primo gol al passivo, peraltro senza fare danni, incassato in questo anno solare. Poi, complice l’impraticabilità del campo “Massaioli” di Eboli, la principale antagonista Costa D’Amalfi, ospite del fanalino Evoli, che non ha giocato, unito al pari del Real Pontecagnano, fa salire a + 8 il vantaggio di Calandriello e soci, sulla seconda in attesa del recupero dei costieri.

Chi invece non riesce ad uscire dal tunnel e non vede neanche a distanza la luce, è il Real Vallo, che cade per la decima volta  consecutiva e si trova in una situazione dalla quale non sembra esserci soluzione. Le soluzioni finora provate non hanno trovato i riscontri sperati, e le accuse rivolte agli arbitri appaiono troppo riduttive, evidentemente la classifica del team santarsenese è figlia di altri malesseri che vanno ricercati al proprio interno. Alla fine della stagione mancano 9 giornate e esiste il tempo per raddrizzare la stagione ma è necessaria, come si dice in questi casi, una scossa, altrimenti sarà davvero difficile ipotizzare la salvezza.

– Gerardo Lobosco –


Commenti chiusi