incontro valdiano 1 ottobreDopo il primo punto messo in cascina in campionato, il Valdiano si trova a competere su due fronti: infatti, ha dovuto sbrigare la pratica Coppa Italia con il match di andata dei 16esimi ospitando il Cilento Santa Maria, compagine di promozione. E che la manifestazione tricolore non sia l’obiettivo principe del club di Teggiano, lo si è capito nel leggere il tabellino presentato al direttore di gara. Tudisco non si è lasciato sfuggire l’occasione per dare spazio ai tanti promettenti under presenti nell’organico e nell’undici iniziale erano ben 9 a fronteggiare gli avversari, come dire la juniores del Valdiano in campo.

Un turnover un po’ voluto per far riposare i titolari ma sicuramente dettato anche dalle assenze forzate di alcuni big come Spinelli e Morea, infortunati, oltre qualche acciaccato; insomma, la Coppa Italia serve a fungere da trampolino per qualche interessante under. Ed a giudicare dalla prova offerta dai giovani azulgrana di patron Carmine Cardinale, c’è da essere soddisfatti, anche se è mancata la rete.

Alla fine è stato 0-0, un risultato che rimanda di due settimane la qualificazione agli ottavi, quando le squadre si ritroveranno nel match di ritorno nel rinnovato impianto di Santa Maria Castellabate, cittadina balzata agli onori nazionali per essere stata scelta come location per le riprese del fortunato film di Siani e Bisio “Benvenuti al Sud”. Intanto, la mente degli uomini di Tudisco è già rivolta al campionato con la delicata sfida in tabellone domenica al “Vertucci” con l’ostico Sant’Antonio Abate. Per l’occasione lo staff tecnico spera di recuperare Spinelli.

– Gerardo Lobosco –


 

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*