Mano pesante del giudice sportivo in merito ai fatti che si sono verificati durante la partita di Coppa Campania di serie D dello scorso 21 gennaio tra il Futsal Claravì e il Rota Sanseverino diputatasi al Palazingaro di Sala Consilina.

La gara era stata sospesa all’11esimo del primo tempo dal direttore di gara dopo che lo stesso era stato colpito da Domenico Rosciano, allenatore-giocatore della squadra di casa. Il giudice sportivo ieri ha disposto la squalifica per 2 anni e 6 mesi nei confronti dell’allenatore. Alla squalifica si aggiunge anche la sconfitta a tavolino per 0 a 6 e la multa di 200 Euro. La decisione è stata presa in base a quanto scritto dall’arbitro nel referto di gara.

“All’11’ del secondo tempo, a seguito della segnatura della rete da parte degli ospiti – si legge nel comunicato della FIGC Campania –  minacciava l’arbitro con  frasi volgari, tentando, inoltre, di colpirlo con una gomitata senza riuscirvi; alla notifica del provvedimento di  espulsione colpiva con un pugno tra l’orecchio e la tempia sinistra il direttore di gara con estrema violenza, facendolo cadere a terra, con momentanea perdita della memoria. Costringendo l’arbitro a recarsi al pronto soccorso per le cure del caso. Il direttore di gara sospendeva la gara non essendo più in grado di dirigerla”.

– Erminio Cioffi –

  • Articoli correlati

24/01/2014 – Sala Consilina: Calcio a 5. Domenico Rosciano chiede scusa: “Ho sbagliato e pagherò” – Video intervista –

23/01/2014 – Sala Consilina: Calcio a 5. Rosciano si dimette dopo l’aggressione all’arbitro. Il presidente Spinelli chiede scusa – Intervista –

22/01/2014 – Sala Consilina: Calcio a 5. Partita finisce per “ko” dell’arbitro dopo 10 minuti – VIDEO –


Commenti chiusi