Il petrolio è in continuo ribasso e questo andamento inizia a far vedere i suoi effetti anche sul prezzo del carburante. Il greggio Wti è sotto i 75 dollari al barile e il Brent sotto gli 80 dollari.

Una notizia positiva per gli automobilisti che oggi hanno visto i listini aggiornati ai nuovi ribassi dopo l’avvio dei cali da parte dell’Eni.

Le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le varie compagnie vedono la benzina a 1,731 euro al litro (-0,2 cent) e il diesel a 1,648 euro al litro (-0,2 cent). I picchi in alcune aree sono per la benzina verde fino a 1,778 euro al litro, il diesel a 1,698 euro e il Gpl a 0,714 euro.

I listini aggiornati in ribasso, al momento, sono quelli di  Tamoil (-1 cent/litro), IP ( -0,8 e -0,6 cent), Q8 (-1 cent), Shell (-1 cent), Esso (-1 e -0,5 cent) e TotalErg (-0,6 e -0,8 cent).

Ma la differenza di prezzo con gli altri Paesi europei è ancora notevolmente ampia e le associazioni dei consumatori continuano a lamentarsi dei prezzi imposti dalla compagnie. “I prezzi dei carburanti in Italia rimangono i più elevati d’Europa – denuncia il Codacons a causa dell’elevata tassazione che vige sulla benzina. L’Italia è il paese che detiene il non invidiabile record della benzina più cara d’Europa: rispetto alla media europea di 1,395 euro al litro, da noi la verde costa 0,327 euro in più. Questo significa che per un pieno ad un’automobile di media cilindrata, un automobilista italiano spende 16,35 euro in più rispetto alla media Ue“.

Tra imposte, accise e Iva, oggi per ogni litro di benzina acquistato circa 1,060 euro se ne va in tasse – spiega Carlo Rienzi, presidente Codacons –  E’ una vergogna che gli italiani siano costretti ancora a pagare tasse per guerre, terremoti ed alluvioni del passato, attraverso il perverso meccanismo delle accise di scopo che finiscono nel dimenticatoio ingrassando le casse dello Stato a discapito dei consumatori, sempre più impoveriti da una pressione fiscale insostenibile“.

– redazione – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*