Sabato mattina, lungo una scalinata che conduce al centro storico di Caggiano, sono stati ritrovati affissi manifesti di protesta a cui erano legati dei crisantemi gialli. I manifesti riportano frasi di annunci funebri di alcune opere del centro storico molto care agli abitanti del paese e che hanno subìto dei cambiamenti negli ultimi tempi.

Un primo manifesto ricorda il “Cinema Shalom“, ricavato sotto una delle antiche chiese del centro storico, usato per molti anni dai ragazzi di Caggiano per mettere in scena opere teatrali, ma anche per trascorrere insieme i lunghi fine settimana duranti i mesi freddi.

E’ stato poi affisso un manifesto riguardante la sostituzione di una statua in pietra presente a sinistra della scalinata e che raffigurava un “leone volante“, usato come compagno di gioco dei bambini.

Infine un terzo manifesto era dedicato alla “scalinata antica” fatta di pietre che oggi sono state sostituite da marmo bianco.

Già da un po’ di tempo dalla piazza sale il vociare dei cittadini che mostrano dissenso per i lavori effettuati nel centro storico e a palesare tutto ciò sono comparsi i manifesti in cui si evince fortemente l’indignazione sia per la cancellazione della memoria storica e affettiva di luoghi amati da tutti sia per la sostituzione delle antiche pietre con l’uso di materiali non idonei al contesto storico- culturale in cui il paese è immerso.

– Rosanna Raimondo – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*