Due cuccioli di cane, questa mattina, sono stati rinvenuti nella frazione di Prato Comune a Montesano sulla Marcellana, in un fossato accanto ad una strada di campagna.  L’ennesimo episodio di crudeltà ed inciviltà messo in atto da persone dotate, oltre che di discutibile senso civico, anche di bestialità senza contorno che ha causato, purtroppo, la morte di uno dei due cuccioli, causata dal freddo e dall’acqua. Per l’altro cucciolo, invece, fondamentale è stato l’ intervento di coloro che lo hanno soccorso. Il cagnolino, infatti, al momento del ritrovamento in un giaciglio di erba bagnata, era già rigido e immobile, a causa della forte disidratazione e del freddo che gli aveva immobilizzato i muscoli impedendogli qualsiasi movimento.

Prontamente il cucciolo è stato raccolto e posto al caldo in attesa che arrivassero le autorità competenti, in grado di fornire interventi più adeguati. Immediatamente è stato allertato sia il comando di Polizia Municipale di Montesano Sulla Marcellana, che si è fatto carico di rimuovere dal fossato il cagnolino annegato, sia il servizio veterinario dell’ASL che, nel giro di poche ore, ha mobilitato il proprio personale affinchè il cucciolo ancora in vita potesse essere curato da una struttura competente. In poche ore, infatti, a giungere sul posto sono stati gli operatori dell’Oasi Felix di Polla, i quali, dopo una prima e breve analisi del cucciolo, che ha evidenziato quanto fosse grave e debole, hanno provveduto a trasportarlo immediatamente nell’ambulatorio veterinario di Atena per sottoporlo a tutte le cure necessarie a farlo ristabilire.

Gli operatori, anche se preoccupati per le condizioni del meticcio, si sono detti fiduciosi e sperano nella sua guarigione. Chiunque volesse informarsi sulle sue condizioni o prenotare, magari, la sua adozione può rivolgersi all’Oasi Felix di Polla CLICCANDO QUI.

– Sara Maggio –


 

Commenti chiusi