C’era tutto il paese, ieri pomeriggio, nella chiesa della Santissima Annunziata per dare l’ultimo saluto a Giuseppe Guercio, il giovane camionista 27enne deceduto mercoledì sera in un incidente stradale sull’autostrada Salerno – Reggio Calabria.

Insieme a lui è morto anche Mattia Caso di 22 anni che si trovava a bordo dello stesso camion. La cerimonia funebre è stata officiata da Mons. Antonio De Luca, Vescovo della diocesi di Teggiano – Policastro.

Il Vescovo nella sua omelia ha fatto riferimento all’importanza della fede per poter accettare un dolore così forte, quel dolore che, come aveva già detto due settimane fa durante la messa per la morte di altri due ragazzi in un incidente stradale, diventa “urlo quando si arriva sotto la Croce”.

Dopo la cerimonia funebre, il feretro è stato salutato da centinaia di palloncini bianchi fatti volare in cielo per poi essere accompagnato dai tantissimi amici del 27enne al cimitero comunale dove si è svolto il rito della sepoltura. L’amministrazione comunale ha proclamato per la giornata di ieri il lutto cittadino.

I due giovani sono morti dopo essere finiti contro un altro camion nel tratto compreso fra gli svincoli di Contursi Terme e Sicignano degli Alburni. L’impatto ha completamente distrutto la cabina di guida del mezzo su cui viaggiavano i due ragazzi che sono morti sul colpo. I Vigili del Fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per estrarre i due corpi dalle lamiere.

Alla ricostruzione della dinamica stanno lavorando gli agenti della Polizia Stradale di Eboli.

– Erminio Cioffi –

funerali giuseppe guercio 02 funerali giuseppe guercio 03


– Articoli correlati –

Commenti chiusi