Elia Rinaldi è il primo sindaco in Campania ad aderire all’iniziativa “Il libro sospeso“.

Dopo il sindaco di Bagnara Calabra Cesare Zappia, primo amministratore comunale ad aderire in tutta Italia, il primo cittadino di Buonabitacolo ha deciso di portare avanti l’importante gesto simbolico per stimolare i bambini e i ragazzi alla lettura e a diventare così cittadini migliori.

L’occasione è stata la presentazione del libro della giornalista Piera Carlomagno “L’anello debole”, organizzata dall’associazione Voltapagina.

Come sindaco e giornalista – ha spiegato Rinaldi – sento il dovere di incoraggiare i giovani a leggere, poiché la lettura aiuta a capire il mondo e a diventare cittadini migliori. Pertanto, ho voluto aderire all’iniziativa ” Il libro sospeso”, lasciando in consegna al libraio Michele Gentile (Ex Libris Cafè di Polla, ndr.) il romanzo “L’anello debole” di Piera Carlomagno e due copie del libro “Truffa di Stato” che ho scritto nel 2012. Spero che questa iniziativa possa servire ad avvicinare i giovani al meraviglioso mondo della lettura”.

– redazione – 


 

Un commento

  1. Mario Senatore says:

    Finalmente un amministratore pubblico intelligente, concreto e lungimirante!
    Sono d’accordo che la cultura aiuta l’uomo a crescere, dentro, e ad arricchirsi di quegli strumenti che gli fanno fare, nella vita, scelte più sagge ed oculate e, quindi, a renderlo padrone di sé, nella libertà che gli compete.
    Anch’io ho aderito alla lodevole iniziativa di Emilio Sarli partecipando con la consegna, alla libreria “EX LIBRIS” di Polla, una decina di libri tra cui, quelli di poesia esclusivamente miei, “Gocce di Cielo” e “Realtà del Sogno”.
    Là ho conosciuto una giovane e brava scrittrice di Buonabitacolo.
    Tutto ciò indica un fermento culturale che lascia ben sperare per la nostra nobile terra del Vallo di Diano.
    Complimenti, Sindaco!
    Auguri.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*