Dopo il consiglio comunale monotematico di ieri sera, in merito all’installazione del ripetitore telefonico da parte della società Ericsson, oggi pomeriggio i cittadini hanno deciso di riunirsi in un presidio provvisorio sul luogo interessato dalla vicenda, località Pennino.

All’iniziativa ha aderito anche l’Amministrazione Comunale che, ancora una volta, ha esplicato le preoccupazioni che l’argomento comporta.

“Appoggiamo l’Amministrazione Comunale nel percorso che ha intrapreso e che ha portato avanti fino ad oggi – ha dichiarato la portavoce del comitato spontaneo “NO antenna”, Mariacarmela Lapenta – Siamo preoccupati per la nostra salute e per la salute del nostro territorio in quanto questa è una zona agricola e si trova a ridosso del centro abitato. Questo è un piccolo territorio dove non esiste una zona non abitata: nonostante ciò, sappiamo che la legge favorisce questo tipo di opere in quanto di interesse pubblico, perciò non vogliamo andare contro le regole. D’altra parte – ha concluso – vogliamo trovare una soluzione con l’Amministrazione per cercare di ottenere lo spostamento dell’impianto in una zona che sia fuori dal centro di Buonabitacolo”.

– Sara Maggio –


 

  • Articolo correlato

29/01/2014 – Buonabitacolo: Antenna Ericsson. Animi infuocati in consiglio comunale

 

 

Commenti chiusi