Si è tenuto ieri sera, presso la Biblioteca Comunale di Buonabitacolo, un consiglio comunale monotematico, voluto dall’intera Giunta Comunale, per discutere della questione che da mesi sta suscitando polemiche e preoccupazione in tutto il paese, ossia l’installazione in località Pennino, da parte della società Ericsson, di un palo di 34 metri dotato di sei antenne e tre parabole.

Numerosa la partecipazione cittadina all’assemblea, al fine di comprendere meglio quali sono gli sviluppi della vicenda e quali sono le nuove azioni e mosse che l’Amministrazione Comunale e la popolazione di Buonabitacolo insieme ad essa può intraprendere. Presente all’incontro la Giunta Comunale al completo e l’ingegnere Antonio Curcio di Polla, consulente Utc, che sta seguendo l’iter tecnico della vicenda, affiancando il Comune nella battaglia contro l’installazione dell’antenna.

Durante il dibattito, il Sindaco Beniamino Curcio, ha ribadito la volontà dell’Amministrazione di lottare fino all’ultimo per cercare di risolvere la situazione e trovare un sito comunale alternativo alla località Pennino che possa soddisfare le esigenze sia della società Ericsson sia della popolazione. Ecco perché a breve verrà redatto un regolamento comunale che dovrà regolare la posizione delle antenne sul territorio buonabitacolese. E’ stata, inoltre, ribadita la volontà di voler ricorrere al Consiglio di Stato dopo che il Tar, in data 19 dicembre, ha sospeso gli effetti del provvedimento di diniego emanato dall’Ufficio Tecnico.

Dal canto loro i cittadini hanno fatto sentire la propria voce, a tratti in maniera concitata, anche per la presenza al consiglio della famiglia che ha venduto il terreno in questione alla società, la quale si è detta estranea alle reali intenzioni degli acquirenti. Forte e unanime, inoltre, è stata la richiesta da parte della popolazione, nel voler risposte chiare e azioni concrete da parte del Comune affinchè la situazione si risolva.

E’ stato già formato un comitato spontaneo di cittadini, “NO ANTENNA” che nel giro di pochi giorni ha già raccolto più di seicento firme per ribadire il secco “no” all’installazione del ripetitore; intanto è in programma per oggi pomeriggio, alle ore 15:00, un presidio dell’area dove dovrebbe sorgere l’antenna telefonica.

– Sara Maggio –


 

  •  Articolo correlato

7/01/2014 – Buonabitacolo: Installazione antenne telefonia. Il 9 gennaio incontro fra Amministrazione e gestori

 

Commenti chiusi