auletta 3Ha riscosso grande partecipazione la prima edizione di “Pertosa in Tour”, la tre giorni alla scoperta del piccolo centro del Tanagro che ospita, insieme al comune di Auletta, le rinomate Grotte dell’Angelo.

Un’idea nata grazie alla volontà di un gruppo di giovani cittadini di Pertosa che, dal 2 al 4 maggio, in concomitanza con la XX edizione della Sagra del Carciofo Bianco, hanno organizzato un vero e proprio percorso tra i luoghi più suggestivi di Pertosa.

Destinatari dell’iniziativa circa 230 turisti che, accompagnati dalle giovani guide, hanno potuto visitare Piazza De Marco, il museo MIdA 01, la storica chiesa di San Benedetto con il suo antico monastero, il vecchio oleificio Curcio con la sua macina secolare, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie  e le sue tele, il vicolo Centomiglia e la fontana antica.

“Si tratta di un’iniziativa partita quasi per gioco per dare risalto all’antico abitato di Pertosa facendo conoscere ai turisti non solo le Grotte ma anche tutto ciò che vive intorno ad esso.- fanno sapere gli organizzatori – Il semplice tam tam su Facebook ha reso questo progetto possibile”.  auletta 4

Soddisfatto Vito Panzella, tra i curatori di Pertosa In Tour: “In tre giorni, nonostante il tempo incerto, sono state centinaia le persone che  hanno voluto prendere parte a questo tour tutto nostrano. Abbiamo ospitato – ha continuato Panzella – dei gruppi di turisti provenienti da Salerno, Bologna, Casaletto Spartano, Cava de Tirreni, Palomonte, Sala Consilina e Sassano . Sono tutti rimasti positivamente colpiti dalla iniziativa, tanto che abbiamo ricevuto diversi inviti a ripetere l’esperienza anche in estate. Sarebbe bello coinvolgere anche altri paesi del Vallo di Diano, in modo da dar vita a veri e propri percorsi turistici che riguardino le bellezze dell’intero comprensorio. Mi preme a tal proposito ringraziare – ha concluso Vito Panzella – tutti coloro che hanno reso possibile Pertosa in Tour e tutti i visitatori che vi hanno preso parte”.

– Annachiara Di Flora –


 

Commenti chiusi