E’ giunta nel tardo pomeriggio di ieri la notizia relativa all’approvazione della cassa integrazione in deroga per i  97 operai dellaProfilati Italia” s.r.l. di Buccino.

L’ azienda specializzata nella  produzione di allumino e localizzata nell’area industriale di Buccino Scalo, nel 2012  aveva cessato l’attività a causa  di mancanza di liquidità e solo dopo numerose battaglie da parte di operai, sindaci e organizzazioni sindacali, aveva approvato un piano di cassa integrazione straordinaria per il lavoratori, terminata nel novembre 2013.

Dal mese di novembre ad oggi, i lavori della Profilati non hanno ancora potuto usufruire del piano di cassa integrazione in deroga non percependo, quindi, nessuna forma di reddito. La triste vicenda aveva spinto,  la scorsa settimana, gli operai disperati a chiedere un tavolo d’incontro  per fare chiarezza in merito alle sorti dell’azienda con il presunto acquirente,  con il sindaco di Buccino Nicola Parisi, le organizzazioni sindacali ed il liquidatore.

All’incontro, però, il liquidatore ed acquirente non si sono presentati, scatenando l’ira dei lavoratori e dei sindaci del comprensorio pronti ad occupare il fabbricato. Solo ieri pomeriggio è giunta conferma da parte di Graziano Lardo, sindaco di Contursi Terme  dell’approvazione in Regione Campania della cassa integrazione in deroga.

“Il ritardo si è verificato a causa di problemi burocratici – ha commentato Lardo – Tra venerdì e lunedì la Regione pubblicherà sul Burc la tanto attesa delibera che consentirà agli operai  il pagamento  degli arretrati di novembre e dicembre”.

Mariateresa Conte –


 

Commenti chiusi