giuseppe caputo pensionamento 01Una vita a servizio dell’Arma dei Carabinieri ed è così, che dopo 37 anni di servizio, il maresciallo della Direzione Investigativa Antimafia di Salerno, Giuseppe Caputo è andato in pensione. Un giorno speciale quello del pensionamento e che il marescialloeroe, ha valuto condividere con amici, colleghi e parenti.

Classe 1960, originario di Buccino e dalle umili origini, Caputo si è sempre distinto per aver svolto il suo lavoro con professionalità, portando a termine pericolose operazioni investigative in tutta Italia.

Tante le onorificenze ricevute in 37anni di servizio e tra queste, l’onorificenza del Santo Padre e la cittadinanza onoraria del comune di Sarsina per aver salvato una bambina che, nel 1983, precipitò in un pozzo artesiano profondo 15 metri. Collaboratore del Procuratore Erminio Rinaldi, Caputo ha svolto gli ultimi anni di servizio presso la Direzione Investigativa Antimafia.

giuseppe caputo pensionamento 02Tanti gli attestati di stima e riconoscenza ricevuti ieri sera, dai colleghi di lavoro e dai sindaci di Sarsina Luigino Mengaccini, di Buccino Nicola Parisi e di Colliano Antonietta Lettieri.

Tra gli invitati alla festa, vi erano anche: il Procuratore Corrado Lembo, il Procuratore Aggiunto Erminio Rinaldi, il Generale dei Carabinieri Sergio Pascali, il Colonnello Riccardo Piermarini, il Capitano Alessandro Cisternino e tanti altri.

Eccellente collaboratore, Caputo è l’esempio di cosa significhi essere carabiniere – ha detto il Generale Pascali – Carabinieri si nasce e gli alamari si portano cuciti sulla pelle. Il maresciallo Caputo ha sempre servito con onore la divisa e la Patria. A lui vanno i migliori auguri dell’Arma”.

– Mariateresa Conte 


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano