Sono state sottoposte alle misure cautelari le tre persone ritenute responsabili dell’aggressione ai danni della troupe di Vittorio Brumotti a Pescara. Con lui era presente anche Vincenzo Rubano, giornalista di Camerota.

I Carabinieri hanno individuato i presunti colpevoli dei calci e delle spinte ai danni dei giornalisti: si tratta di un 29enne, un 40enne e un 44enne, tutti residenti nel quartiere, nei cui confronti oggi i militari dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.

I fatti risalgono allo scorso 26 settembre quando Vittorio Brumotti e la sua troupe si trovavano nel quartiere Ferro di Cavallo di Rancitelli di Pescara per documentare una situazione di degrado e portare qualche minuto di svago con l’esibizione del biker.

La situazione è precipitata quando i militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Pescara sono intervenuti in via Tavo per arrestare una donna per droga. I parenti e conoscenti di quest’ultima però non hanno gradito la presenza delle telecamere e hanno cominciato a inveire contro gli operatori televisivi che stavano girando un servizio per documentare le dinamiche socio-criminali del quartiere.

Fondamentale l’intervento dei Carabinieri che ha evitato che la situazione degenerasse.

Rubano, occorre ricordare, è poi finito in ospedale per le ferite riportate ed è stato poi dimesso con 15 giorni di prognosi.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

27/09/2019 –Brumotti aggredito in strada a Pescara. Con lui il giornalista Vincenzo Rubano che finisce in ospedale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*