Foto tagliodelnastro BMTA 2014“Puntare sulle tre D: digitale, design e diversificazione” inizia con questo appello del sindaco di Capaccio Paestum, Italo Voza, la XVII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico.

In occasione della conferenza di apertura che si è tenuta questa mattina, il primo cittadino ha invitato ad investire sui sistemi digitali come le App per far conoscere i siti culturali del sud e conquistare il “turista internazionale” vincendo la sfida di una crisi globale. “La Borsa è diventato un magnifico connubio tra turismo e cultura, capace di mettere insieme il mondo accademico con quello puramente commerciale, con la presenza sia di ricercatori che di buyers” così il consigliere speciale del Direttore Generale Unesco, Mounir Bouchenaki ha descritto l’iniziativa congratulandosi con l’Italia per avere avuto questa visione sul patrimonio.

La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico torna, infatti, con una nuova edizione sempre più ricca anche di presenze internazionali grazie all’impegno del direttore della borsa Ugo Picarelli, che è riuscito a riunire intorno ad un tavolo personalità di spicco del mondo come il primo vice ministro dell’Azerbaijan, Abulfas Garayev insieme alle istituzioni regionali come la soprintendente Adele Campanelli, alla provincia con il neo presidente Giuseppe Canfora, alla Regione Campania con l’assessore al turismo Pasquale Sommese. Al tavolo dei relatori anche il Segretario Generale Mibact, Antonia Pasqua Recchia. Inoltre hanno portato il proprio saluto il Vescovo della Diocesi di Vallo della Lucania, monsignor Ciro Miniero e il delegato al Turismo della Giunta della Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Salerno, Enrico Bottiglieri.

All’unisono i relatori hanno espresso la necessità di ascoltare e promuovere i territorio integrandoli con le esigenze delle comunità per creare opportunità di lavoro attraverso un’offerta più ampia. Il turismo è in crescita, secondo le previsioni mondiali, anche nei Paesi emergenti ma pretende di più perché sono aumentate le aspettative e il mercato chiede prodotti molto più sofisticati e una capacità di accoglienza che abbraccia tutto il territorio.

– Tania Tamburro –


   Borsa turismo parco 03  Borsa turismo parco 01


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*