Foto Tommasetti Zollo Protocollo ArcheoStartUpDalla XVII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico una grande opportunità per le nuove idee di impresa nel settore del turismo culturale.

Ieri pomeriggio, infatti, a Paestum è stato firmato il Protocollo d’Intesa tra la Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo e l’Università degli Studi di Salerno per il Progetto ArcheoStartUp.

L’obiettivo è sostenere nuove attività imprenditoriali giovanili proposte da under 35 residenti in Campania che abbiano due caratteristiche: alto tasso di innovazione tecnologica e core business incentrato su un bene culturale.

Entro dicembre sarà pubblicato il Bando, allo studio dei tecnici della Federazione e dell’Università, che consentirà ad ogni singola BCC di far nascere e finanziare una start-up sul proprio territorio di competenza non solo attraverso un credito agevolato, bensì partecipando direttamente nelle idee di impresa attraverso lo strumento dell’Equity.

“Al di là dell’accompagnamento finanziario – ha spiegato il Direttore della Federazione delle BCC Francesco Vildacci – immagineremo delle forme di partecipazione nel capitale sociale iniziale per accompagnare da corresponsabili i progetti in cui crediamo”.

L’intento sarà quello di dare “una particolare attenzione ai primi anni di vita dei progetti – ha aggiunto il Vice Presidente della Federazione Campana delle BCC Luigi Zollo – aiutando i proponenti nella strutturazione preliminare dei piani industriale e finanziario delle imprese per far sì che i cicli produttivi si incanalino in un percorso virtuoso”.

Piattaforme web, mappe interattive, App. per smartphone che raccontino e stimolino la visita a Musei, Siti Archeologici e monumenti del territorio: i giovani under 35 potranno sbizzarrirsi nella loro progettualità imprenditoriale godendo del supporto scientifico dell’Università degli Studi di Salerno.

Nel Protocollo infatti l’Ateneo si impegna a mettere a disposizione il proprio know-how tecnologico (strumenti e laboratori scientifici in primis) dove gli innovativi “archeo” imprenditori potranno lavorare per il lancio della loro Start-up. Nel dibattito che ha preceduto la firma, moderato dal giornalista Ernesto Pappalardo, il Magnifico Rettore Aurelio Tommasetti ha tenuto a rimarcare tre buone notizie che emergono dal Protocollo: l’intesa tra Università e Banche del territorio, il sostegno ad iniziative come le Start Up che già trovano terreno fertile nel Campus di Salerno e l’idea di puntare sui beni culturali per l’offerta turistica, l’unica strada per uno sviluppo turistico solido.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*