“Uno dei problemi del nostro Paese è che non si rispetta il buonsenso. Ciascuno deve fare il proprio mestiere. Il Parlamento fa le leggi, i magistrati le applicano e, per inciso, di tutto c’era bisogno meno che di questa proditoria sentenza sulle adozioni alle coppie gay. Leggo che il mio amico capogruppo Speranza, in modo spericolato, ha già lanciato il cuore oltre l’ostacolo invocando nuove leggi”.

E’ quanto dichiara in una nota l’on.Simone Valiante, deputato del Partito Democratico, in merito alla storica sentenza dell’affido di una bambina ad una coppia di lesbiche.

Il Tribunale dei Minorenni di Roma, infatti, per la prima volta in Italia, ha riconosciuto a una bambina il diritto a essere adottata dalla propria mamma non biologica (“mamma sociale”) e a prendere il doppio cognome.




La bimba è nata in Spagna con procreazione assistita eterologa. La scelta è caduta sul Paese iberico perché è qui che vive il fratello di una delle donne ed è a casa sua che la coppia ha soggiornato durante le procedure per la procreazione. Dopo la nascita, la coppia ha deciso di sposarsi, sempre in Spagna. La bimba da sempre vive nella famiglia composta dalle due donne. Tecnicamente, quella autorizzata dal Tribunale è una “stepchild adoption”, un modello già sperimentato da anni all’estero: il Tribunale ha accolto il ricorso della coppia, consentendo l’adozione della bimba da parte della sola mamma sociale. Lo ha fatto nonostante il parere negativo del pm. Le due donne, libere professioniste, vivono a Roma dal 2003.

– redazione –


 

2 Commenti

  1. Mario Senatore says:

    …Poi di che c. ci lamentiamo quando vediamo che il mondo sta scivolando nel più orrido buio di tutti i tempi?
    Genitori che ammazzano i figli e viceversa, accoppiamenti incestuosi, sette aberranti, pedofilia dilagante, ecc…. Tutto per seguire nuove tendenze (mode) o per applicare in modo “moderno” parole scritte, a volte, da imbecilli che vogliono essere od apparire a tutti i costi antesignani o anticonformisti.
    Certo, il sole sorge e tramonta sempre e la vita continua….ma come? (Anche il bimbo di un giorno che perde la mamma e il papà cresce… ma come?).
    In maniera semplicistica basti riflettere che tutto quello che accade oggi, è una logica conseguenza di quanto è stato fatto ieri e prima per cui quanto verrà “domani”, sarà stato voluto (o “concesso” opportunisticamente o pavidamente) oggi.
    Ogni tanto sarebbe cosa buona rallentare la nostra caotica, sciocca corsa e riflettere….

  2. Siamo alla frutta

Rispondi a pasquale Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*