Un gesto importante quello compiuto da una famiglia di nazionalità indiana dopo la morte di un familiare. Il 46enne, che viveva a Battipaglia, ha perso la vita in seguito ad un’emorragia cerebrale e i parenti hanno autorizzato l’espianto dei suoi organi per salvare altre vite.

Come si legge su “La Città di Salerno“, l’uomo era stato ricoverato per alcuni giorni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, ma il suo cuore purtroppo non ha retto nonostante i tanti sforzi profusi dai medici.

Dopo l’accertamento della morte cerebrale, i parenti hanno dato il via libera all’espianto. All’ospedale Umberto I è stato prelevato soltanto il fegato, diretto in un ospedale della Sicilia.

La Direzione Generale dell’ospedale ha ringraziato per il gesto importante la famiglia indiana che abita e lavora nella Piana del Sele. 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano