Una grande partecipazione si è registrata questa mattina a Battipaglia per la manifestazione contro l’emergenza ambientale a cui hanno preso parte migliaia di persone in un corteo pacifico per tenere alta l’attenzione sui temi della tutela del territorio, della sua economia e della salute pubblica.

La manifestazione segue la petizione popolare lanciata dai Comitati per chiedere la nomina di un Commissario straordinario per l’emergenza ambientale in città. La petizione è stata firmata da tantissime persone ed è arrivata all’attenzione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di quello del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte.

Si chiede di affrontare la delicata questione ambientale che coinvolge la Valle del Sele attraverso un progetto complessivo, un’azione coordinata di tutela, controllo, bonifica e rilancio. I battipagliesi scesi in piazza per manifestare dicono NO ad un altro sito di compostaggio in città, NO ad impianti di trattamento dei rifiuti, SI all’immediata bonifica delle discariche, a partire dal Castelluccio, e ad interventi risolutivi per eliminare i miasmi che soffocano Battipaglia e chi la vive. Inoltre i manifestanti chiedono una delibera della Giunta e del Consiglio comunale affinchè il territorio venga utilizzato nel rispetto della prevalente vocazione agro-alimentare e vengano dunque vietate tutte le attività incompatibili.

Ieri nel corso dell’incontro per la sottoscrizione del contratto di programma per i Pics, il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha affrontato la vicenda ambientale battipagliese affermando che “a Battipaglia non ci saranno più nuovi impianti di rifiuti”.

Una notizia importante per tutto il lavoro che abbiamo fatto in questi mesi e che la città ha dovuto subire in questi anni – ha dichiarato il sindaco Cecilia Francese -. Dimostra che gli impegni assunti nei vari incontri possono essere rispettati. Noi non vogliamo uno scollamento dei cittadini dalle Istituzioni piuttosto dimostrare che la buona politica può e deve risolvere le problematiche e generare valore per il territorio“.

Il grido di dolore lanciato questa mattina dai circa 6mila battipagliesi che sono scesi in piazza non può restare più inascoltato“. A dirlo è il deputato di Forza Italia e coordinatore provinciale di Salerno, Enzo Fasano. “I cittadini sono stanchi di ascoltare promesse e concetti astratti – prosegue Fasano -, è ineludibile passare ai fatti per garantire respiro a una comunità che ha pagato a carissimo prezzo le problematiche legate al ciclo dei rifiuti. Nel lanciare questo appello, però, non possiamo esimerci dal ricordare le responsabilità di Regione Campania e Provincia di Salerno, entrambe guidate dal centrosinistra, che continuano a palesare evidenti limiti e gravi insufficienze nel fronteggiare questa emergenza. Forza Italia, anche attraverso il suo capogruppo in Consiglio comunale, Valerio Longo, ha sempre avuto un quadro chiaro della situazione e ha più volte ricordato la necessità di trovare una soluzione concreta a questo disastro ambientale che dura da troppo tempo“.

– Chiara Di Miele –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*