Ieri in Basilicata sono state somministrate oltre 2000 dosi pediatriche di vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni. Sono 4691 i bimbi lucani in questa fascia di età (oltre il 10% del totale) vaccinati e quasi 1000 hanno già fatto il richiamo. Da stamattina è possibile prenotare in Piattaforma Poste la terza dose anche per i ragazzi dai 12 ai 15 anni.

La tutela dei più giovani procede anche con la campagna di testing: la Regione ha fornito decine di migliaia di tamponi ai Comuni e in attesa dei numeri totali definitivi possiamo già dire che la percentuale di positivi è bassissima. E questa è davvero una buona notizia” afferma il Presidente Vito Bardi.

Oggi in Basilicata è ripresa la scuola – prosegue – al netto di alcune ordinanze dei singoli Sindaci: personalmente ero favorevole alla DAD, ma il Governo ha espresso una netta contrarietà e impugnerà i provvedimenti regionali che istituiscono la DAD che, come ha ricordato il Ministro Bianchi, le Regioni possono istituire solo se sono in zona rossa. Fortunatamente, siamo una delle poche regioni in zona bianca, grazie alla bassissima percentuale di terapie intensive. Ma negli ultimi giorni dobbiamo purtroppo constatare un aumento delle vittime e un numero di ricoveri ancora molto alto, anche se non più in crescita. Stiamo combattendo contro un mostro sconosciuto: sappiamo solo che la vaccinazione ha aiutato ad abbattere ricoveri e terapie intensive, nonostante un numero di positivi mai visto prima“.

Bardi ha poi ricordato che “la campagna vaccinale in Basilicata procede spedita, con numeri mai raggiunti prima. Oggi abbiamo superato le 200.000 terze dosi e negli ultimi giorni sono raddoppiate anche le prime dosi, per le quali in Basilicata non è necessaria la prenotazione. Proteggiamo la Basilicata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano