In merito ad alcune notizie relativamente ad una presunta “bocciatura” dell’autovelox fisso posizionato sulla Cilentana il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti – Provveditorato Interregionale per le opere pubbliche per la Campania, Molise, Puglia e Basilicata, chiamato a pronunciarsi in merito alla visibilità del dispositivo per il controllo della velocità installato sulla NSA 544 – Cilentana, “non ha rilevato alcuna censura“.

Per quanto concerne la presegnalazione della postazione di controllo –  sottolinea il capo sezione, l’ing. Emilio Bizzarriil posizionamento della segnaletica di preavviso in ambedue le direzioni di marcia (corsia sud e corsia nord) presenta caratteristiche idonee ai fini della visibilità, riconoscibilità e leggibilità da parte dei conducenti“. In particolare per la corsia direzione sud “in corrispondenza della progressiva km 103,440 (direzione sud) il segnale di localizzazione della postazione risulta certamente visibile“. Per la corsia direzione nord si precisa che “non sussiste, alla distanza di 150 metri, alcun ostacolo alla visualizzazione del punto di installazione“.

In merito alla circostanza della caratteristica monofacciale della segnaletica utilizzata in luogo di quella bifacciale prevista nella direttiva interministeriale si rappresenta “la medesima efficacia di quella monofacciale posizionata (…). Anzi ai fini della visibilità da parte dei conducenti, tale disposizione risulta maggiormente efficace rispetto alla bifacciale. E in ogni caso risulta coerente con le prescrizioni di posizionamento stabilite dall’art. 81 comma 1 del reg. CDS“. Quindi la relazione conclude:”Pertanto in ambedue le direzioni di marcia (corsia nord e corsia sud) per quanto riguarda la segnaletica di limite di velocità, il posizionamento di tale segnaletica presenta caratteristiche idonee ai fini della visibilità, riconoscibilità e leggibilità da parte dei conducenti“. L’intera relazione ministeriale è disponibile sul sito web del Comune di Agropoli.

“Si continua a mistificare la realtà riguardo all’autovelox di Agropoli – afferma il sindaco Adamo Coppolaper fini personali, creando false aspettative negli utenti. C’è chi si prende la briga di costruire addirittura un puzzle ad hoc di una relazione, pur di arrivare a parlare di una bocciatura, quando invece il contenuto della stessa è proprio il diretto contrario di quanto afferma l’avvocato Russo. Allora due sono le cose: o l’avvocato mente, sapendo di farlo per averne un tornaconto, ovvero fare più ricorsi oppure non ha compreso il significato di quanto esposto nella relazione. In ogni caso ricordo agli automobilisti di osservare i limiti di velocità ai fini della propria e dell’altrui sicurezza”.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Francesco Taddeo says:

    Io voglio pagare anche il doppio per una multa per eccesso di velocità ma non all’ente che ha installato l’apparato! Se le multa la devo pagare la voglio pagare all’ufficio dell’entrate perchè pagarla al comune di Agropoli, come a tutti gli enti che hanno installato un apparato del genere, per fare cassa, è un conflitto d’interesse grande quanto una montagna. Vorrei dire all’ingegnere Emilio Bizzarri che la segnaletica corretta di avviso presenza di autovelox è quella presente sulla S.S. che va da Rovigo ad Adria!!!! Altro che quella presente in queste zone!! Vada a vedersela su google hearth!! ( in questo commento non è possibile inserire le relative foto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*