immagine waSta circolando in queste ore la notizia, diffusa tramite messaggio testuale e vocale su WhatsApp e altri social network, secondo la quale nelle bollette della luce del prossimo mese di aprile i clienti in regola con i pagamenti si troveranno un importo aggiuntivo, che varierebbe dai 30 ai 35 euro, che coprirà i mancati pagamenti degli utenti morosi.

Nel messaggio vocale, avverte la Polizia di Stato sul suo profilo Facebook, una donna riferisce di aver parlato con un operatore Enel, il quale avrebbe confermato l’aumento in bolletta. Enel, nel ribadire la propria estraneità alla vicenda, fa presente che nelle bollette attuali e in quelle dei prossimi mesi non risultano voci aggiuntive.

Anche l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente è intervenuta per spiegare meglio che il provvedimento è esclusivamente finalizzato a reintegrare gli oneri di sistema a seguito del mancato versamento da parte di alcune imprese venditrici e non di altri clienti morosi.

Il relativo impatto sulle bollette dei consumatori finali non è ancora stato quantificato da ARERA, ma in ogni caso l’Autorità ha precisato che sarà molto contenuto.

– Maria De Paola –

Un commento

  1. è parzialmente vero, gli aumenti ci saranno in parte dovuti agli sconti che saranno fatti a 2800 grandi imprese e consumatrici di energia e spalmati sui consumatori più piccoli (legge approvata a fine dicembre scorso dalParlamento) ed agli oneri di sistema non pagati dai clienti morosi che non saranno più pagati allo Stato dalle imprese di distribuzione ma dagli utenti (delibera n. 50/2018 dell’ARERA.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*