È stato Giorgio Canali, leggenda della scena alternativa italiana, a chiudere la seconda edizione di Tanagr Indie Festival, la festa della musica rock indipendente, dell’arte e del buon cibo di scena ieri ad Auletta. Lo stadio comunale ha accolto, a margine di un ottimo aperitivo a base di prodotti tipici, le espressioni migliori della scena alternative rock italiana: gli oscuri Nictagena, il cantautore folk Antunzmask e la band indie rock valdianese L’erba sotto l’asfalto. Dopodichè è stata la volta di Deian e Lorsoglabro, band torinese capeggiata dal talentuoso Deian Martinelli e del rock alternativo dei bresciani Giuradei.

Dietro il progetto del Tanagr Indie Festival, la macchina organizzativa di Tanagr Art. “TanagrArt nasce per iniziativa di un gruppo di ragazzi e ragazze che non vogliono rassegnarsi all’idea che abbandonare le piccole comunità sia destino ineluttabile per emanciparsi socialmente e culturalmente. – fanno sapere dall’Associazione – Siamo fortemente persuasi che anche nei piccoli paesi si può e, anzi, si deve investire nell’avanzamento culturale al fine di porre un freno al drammatico fenomeno dello spopolamento e, altresì, creare le condizioni per favorire il rientro di chi, fatta l’esperienza altrove, decide di ritornarvi”.

La seconda edizione di Tanagr Indie Festival ha rappresentato, inoltre, l’occasione per promuovere un contest fotografico sull’urbanizzazione selvaggia intitolato “Luoghi Distrutti”. Decine e decine le testimonianze pervenute ai ragazzi di Tanagr Art da tutta Italia. “L’impegno che tutti noi ci abbiamo messo è stato tanto. – ha dichiarato dal palco  il presidente dell’Associazione, Gianluca Addesso – Mi preme, perciò, ringraziare di cuore tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa splendida manifestazione: dagli sponsor, a chi ha contribuito con la sua opera, alle altre associazioni che ci hanno dato una mano. È solo grazie allo scambio culturale tra le varie associazioni del territorio che iniziative come queste possono e riescono ad andare avanti”.

– Annachiara Di Flora – 


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*