Continua a peggiorare ad Auletta la situazione della SS 19. All’altezza del chilometro 46 la strada quattro giorni fa è franata, lasciando isolate le famiglie che vivono a monte della zona. Intanto, il manto stradale continua a cedere e ad essere ingoiato dal terreno. A vista d’occhio, le cose peggiorano di  giorno in giorno, lasciando indignata la comunità aulettese, a cui tale situazione non è nuova. Il  tecnico dell’ufficio Patrimonio Edilizia e Territorio del Comune, Francesco Giancristiano, ha stilato una relazione molto critica, ripercorrendo con dovizia tutte le tappe della storia, che va avanti dal 2012. Intanto è fissato per domattina un sopralluogo con Genio Civile e Funzionari della Regione, a cui seguirà un vertice in Comune.

Di seguito il testo integrale della missiva di Giancristiano:

E’ necessario portare a conoscenza di tutti che l’attuale situazione di grave disagio creato alla cittadinanza di Auletta e non solo, poteva essere evitata. Per chiarimenti dovuti riporto la cronistoria suffragata da atti documentali e quant’altro; nonché dalla diretta esperienza e coinvolgimento in quanto tecnico dell’Ufficio Patrimonio – Edilizia e Territorio del comune.

Nel corso dell’anno 2012, tra i mesi di maggio e settembre furono fatte delle segnalazioni alle Autorità competenti per la salvaguardia del territorio (ANAS e Genio Civile), evidenziando i pericoli sia dell’alveo del fiume che dell’inizio dello smottamento della strada. Ma tutto inutile! Nel mese di febbraio 2013 fu inviata una ulteriore nota di segnalazione di pericolo di frane ed esondazioni del fiume Tanagro e in particolare lo smottamento che era iniziato alla SS 19 km. 46 dovuto alla erosione spondale dello stesso fiume. Anche la stampa sensibilizzava la questione con un articolo del 13.02.2013. In seguito, finalmente il Genio Civile di Salerno si decise di inviare nel nostro comune 2 tecnici (Ingegnere e Geometra), ma solo perché era stata interessata la Procura delle Repubblica di SALA CONSILINA. Il 20 marzo seguente a seguito di congiunto sopralluogo nelle zone interessate, venne sottoscritto un protocollo di intesa per gli urgenti interventi di mitigazione della erosione e dello scalzamento a valle della SS 19 Km. 46. In tale documento i tecnici del Genio Civile affermarono che vi era la possibilità di attingere con immediatezza a dei fondi regionali per i primi interventi. Manifestarono anche la opportunità e la necessità che il Comune offrisse la propria collaborazione per accelerare i tempi e fu concordato che l’Ufficio Territorio e Patrimonio del Comune si adoperasse per fare un progetto preliminare di intervento sulla base delle loro indicazioni e prescrizioni e di inviarlo come dovuto. La cosa immediatamente fu fatta ovviamente con i tempi tecnici che richiede un progetto in merito. In data 6 giugno 2013 il tutto, unitamente alla delibera di Giunta Comunale fu inviato al Genio Civile di Salerno. Tutto inutile!Per quanto riguarda l’ANAS la stessa è stata più volte informata della precarietà della SS 19 in quel tratto, ma ciò era ed è sicuramente un compito della sorveglianza cantonale del tronco stradale assegnata a idoneo personale. Mi fermo qui, sperando di aver chiarito che se al momento si sta verificando una situazione di grave rischio e pericolo oltre che della strada franata, anche di una vasta zona ove vi sono abitazioni e con il disagio di non avere alcuna alternativa di giungere in paese se non attraversando i boschi. E’ un atto grave che sarà nuovamente fatto oggetto di denuncia alla Procura della Repubblica la quale sicuramente accerterà le responsabilità di chi non ha provveduto in tempo per evitare simili tragedie nel nostro territorio. Noi saremo sempre vicini alla cittadinanza, per quanto possibile. In conclusione invito i proprietari terrieri interessati alla frana, di recarsi in Comune ove il sottoscritto tecnico sarà a disposizione per una nota cautelativa e di protesta da inoltrare agli organi superiori tramite gli uffici comunali, nonché tutti coloro i quali abbiano interesse possono visionare gli atti che riguardano la questione.

– Annachiara Di Flora –


 

  • Guarda il video realizzato il 25 Gennaio


 

Commenti chiusi