In seguito agli atti vandalici registrati nel Pronto Soccorso dell‘ospedale di Roccadaspide, causati da un ragazzo di Capaccio Paestum che ha dato in escandescenze, Biagio Tomasco, segretario del sindacato NurSind, ha scritto al Direttore Generale dell’ASL Salerno evidenziando che quanto avvenuto “è figlio della continua disattenzione che viene posta verso la sicurezza dei dipendenti che lavorano in prima linea“.

Tomasco ricorda che si sono svolte due riunioni in Prefettura dalle quali, nel recente passato, è uscita una forte volontà di mitigare un fenomeno che soprattutto nell’ultimo periodo sta assumendo livelli di guardia preoccupanti.

Purtroppo – afferma – la volontà dimostrata non ha fatto il paio con le azioni propedeutiche che si sarebbero dovute mettere in campo, cosa che ha prodotto una miriade di piccoli episodi rimasti sommersi per l’attitudine dei dipendenti a minimizzare gli episodi di maleducazione o che sono stati denunciati sulla piattaforma Talete e purtroppo rimasti inascoltati. Noi continuiamo a pensare che il problema degli scontri nei pronto soccorso e nelle corsie abbia una duplice valenza, ovvero la mancanza di formazione del personale ad affrontare gli episodi di intolleranza ma soprattutto il fatto che la maggior parte dell’utenza arrivi in ospedale prevenuta nei confronti degli operatori sanitari e, come nel caso che ci occupa, trovi sfogo dei suoi più beceri istinti aggredendo cose e persone senza motivazione alcuna“.

Pensiamo che l’Azienda debba decidere una volta per tutte le modalità di accesso negli ospedali, – prosegue – atteso che nonostante le restrizioni Covid-19 ogni presidio abbia più accessi del Colosseo, emanando una procedura ferrea che se non rispettata debba produrre atti penalmente rilevabili“.

Nell’ottica di dare un segnale forte e deciso il sindacato chiede all’ASL di “denunciare il malfattore che ha prodotto i danni al Pronto Soccorso di Roccadaspide e di costituirsi parte civile nei suoi confronti, tanto per dare un segno di vicinanza a tutto il personale sanitario che, in breve tempo, è passato dall’essere un eroe ad uno sfogatoio dei peggiori istinti animaleschi“.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

18/9/2020 – Paura all’ospedale di Roccadaspide. Ragazzo in preda alla furia distrugge il Pronto Soccorso

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*