Manifesto.pubSe a Polla pare essersi, quanto meno temporaneamente, placata la polemica interna alla Pro Loco Tanagro Pollese, nella vicina Atena Lucana, questa mattina, una nuova miccia viene accesa. Un manifesto, fatto affiggere per le principali vie del centro cittadino, mette sotto accusa il presidente della Pro loco ateniese, Francesco Bellomo. A redigere la lunga missiva quattro giovani cittadini di Atena Lucana, che reclamano la poca trasparenza nella gestione dell’ente oltre alle mancate elezioni per il rinnovo del consiglio direttivo.

“Pro Loco non dovrebbe significare “per il luogo”?” – si chiedono i quattro  – ma invece ad  Atena così non è. La Pro Loco dovrebbe svolgere anche una funzione di coordinamento delle associazioni presenti  sul territorio quando, in realtà, non è stata in grado nemmeno di redigere un calendario degli eventi  presenti sul territorio e sponsorizzarli . “Caro Presidente – riporta il manifesto  – vorremmo ricordarti che la Pro Loco non è una società privata, non è solo un organo da usare a tuo piacimento . Non è stato mai aperto ufficialmente un tesseramento dal 2012, né mai organizzato un evento di rilevanza, né sono stati  mai rieletti gli organi interni. Tutto questo è abbastanza!  – continua la pubblica missiva – Chiediamo ufficialmente il commissariamento della Pro Loco da parte del Sindaco o di chi di competenza per manifesta incapacità del Presidente e l’apertura del tesseramento per l’anno 2015 con le successive elezioni degli organi di controllo. Il tutto in maniera seria, pubblica e trasparente”.

“Preghiamo – concludono i quattro firmatari –  tutta la cittadinanza a rendersi partecipe di questo modo di fare, diverso dal precedente, perché al CENTRO del progetto non c’è una sola figura ma tutto il paese e tutte le persone che ne vogliono far parte”.

– Annachiara Di Flora –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano