atena lucanaSarà un consiglio comunale incentrato sulle tematiche ambientali quello fissato per domenica 12 Gennaio, alle ore 12.00, ad Atena Lucana. Due i punti all’ordine del giorno: provvedimenti in merito all’inchiesta Chernobyl e sulle perforazioni petrolifere in merito al nuovo pozzo “Pergola1”, a Marsico Nuovo.

Relativamente al processo Chernobyl, si formalizzerà la costituzione di parte civile del Comune di Atena mentre, per quel che riguarda il secondo punto, si prenderà in esame quanto previsto a Marsico, comune della Basilicata, distante solo 20km dal centro atenese, in merito all’autorizzazione per l’apertura di un pozzo petrolifero, da cui è prevista l’estrazione di 50/60.000 barili di petrolio al giorno.

La “questione petrolifera”, che ha interessato e per alcuni versi ancora interessa anche il Vallo di Diano, è oggetto di acceso dibattito nel centro lucano. Alla base del “contendere”, la richiesta di trivellazione sul territorio comunale, formulata dall’ENI e mirata alla realizzazione di un pozzo in contrada Pergola. La OLA (Organizzazione ambientalista lucana) ha reso noto che la società ha pubblicato il relativo avviso per l’espressione del parere, da parte dell’ufficio compatibilità ambientale della Regione Basilicata. Stando a quanto sottolineato dall’organizzazione, inoltre, il progetto prevedrebbe anche la costruzione di 3 oleodotti di collegamento con il centro oli di Viggiano. Per scongiurare le previste trivellazioni, nei giorni scorsi, tra le altre cose, si è costituito il Comitato “Blocchiamo il pozzo Pergola1”. Insomma, una questione spinosa che richiede ampia discussione, per le eventuali ricadute, anche nei comuni vicini. Una seduta di consiglio importante, quindi, quella che andrà in scena domenica ad Atena. Una seduta che potrebbe registrare una massiccia partecipazione di pubblico, al di là dell’orario. Alcuni utenti, infatti, servendosi di facebook, non hanno lesinato critiche per la scelta di convocare il consiglio a mezzogiorno.

– Cono D’Elia – ondanews –

 

Commenti chiusi