Stava per trasformarsi in uno scontro fisico, un vivace scambio di battute tra genitori all’interno di un bar di Atena Lucana. Oggetto della discussione l’atteggiamento di un bambino, figlio di una coppia, considerato troppo “giocoso” da una seconda coppia, due giovani Testimoni di Geova. “Non guardarlo, quel bimbo non si comporta bene e non è rispettoso,” avrebbero dichiarato questi ultimi, rivolgendosi al proprio figlio.

Parole che hanno scatenato la reazione degli altri due genitori, risentiti per tali giudizi, considerati gratuiti. Tanto che la discussione si è animata, rischiando di degenerare. A raccontare il tutto è il titolare dell’esercizio commerciale, il cui intervento è risultato risolutivo.

“Ho visto che il piccolo, seduto al tavolo, stava giocando con la sorellina e aveva in mano dei personaggi di plastica – spiega – Dopo di che ho sentito che sono intervenuti i genitori del bimbo preso di mira e la discussione stava diventando accesa. Questi non sapevano che si trattasse di Testimoni di Geova e che i loro giudizi sul figlio fossero relativi all’osservanza dei princìpi di Geova che vietano alcuni giochi. Ma l’averlo poi compreso non è bastato a far subito chiarezza con l’altra coppia. Solo dopo diversi minuti è tornato il sereno tra i quattro”.

La questione relativa al rapporto tra Testimoni di Geova e cattolici, in particolare per quel che riguarda i più piccoli, sembra essere sempre più attuale. I bambini Testimoni di Geova ricevono un’educazione fondata su regole molto precise, considerate alquanto rigide che impongono una serie di divieti che a molti, nella società odierna, possono apparire troppo drastici. Come il non festeggiare il proprio compleanno, né partecipare alle feste degli amici. Una tematica che, naturalmente,va ben al di là di uno scontro verbale verificatosi al bar.

 – Cono D’Elia –


 

5 Commenti

  1. Volete spiegare il perchè un tempo anche voi t d g ,vesteggiavate i compleanni ed anche il Natale ed ora no lo festeggiate più?Chi è chi è vi ha fatto cambiare idea?Lo sapete che la Bibbia dice che si può festeggiare la nascita?Vi basta vedere quando i Re Magi hanno adorato Gesù e festeggiato portando a Lui i doni,:ORO, ARGENTO E MIRRA.

  2. secondo loro i bambini non devono giocare con niente, ne bambole,macchinine, giocchini vari tutto porta a satana secondo loro,dovrebbero solo pensare al loro geova vivono con l’occhio di geova perennemente puntato,inculcando sensi di colpa per non si sa cosa , ogni cosa che fanno o pensano si sentono dire: ma secondo te geova vuole questo? e crescono cosi , intimoriti a vita …….lo so per esperienza propria

  3. L’estremismo con cui i TdG insegnano ai propri figli è a dir poco insensato! Ma tant’è! Contenti loro! Certo che un pochino di educazione nei confronti di altri genitori non guasterebbe! A già, Geova…..

  4. Cari amici TESTIMONI….rispettate e riflettete con la vostra testa,non siate schiavi dei vostri “CAPI”,riempiti di obblighi e prescrizioni su doveri che rovinano le vostre famiglie!Non vi rendete conto di far diventare i vostri bimbi già dei vecchi oppressi e timorosi di sbagliare contro qualcosa che ancora non hanno la possibilità di poter comprendere!SVEGLIATEVI E AMATE QUELLO CHE VI CIRCONDA!

  5. ….non festeggiare il proprio compleanno, né partecipare alle feste degli amici… e cos’altro?
    Un lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano