Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’auditorium ad Atena Scalo, un nuovo incontro promosso dal “Comitato No al Petrolio” per continuare le azioni di sensibilizzazione ed informazione riguardo lo “Sblocca Italia” e le attività relative al “Pozzo Pergola1” di Marsico Nuovo. E’ necessario tenere alta l’attenzione: lo “Sblocca Italia” è legge da qualche giorno, ma le azioni del Comitato, dei cittadini e degli amministratori del Vallo non si fermano e continuano con maggiore forza.

La Regione Campania si è opposta allo “Sblocca Trivelle”, presentando ricorso alla Corte Costituzionale affinchè venga dichiarata l’incostituzionalità dell’articolo 38. Come sottolineato dai sindaci Rocco Giuliano, Elia Rinaldi e Donato Fiore Volentini, presenti all’incontro, è inammissibile svuotare i sindaci, e quindi gli Enti locali, del diritto di decidere riguardo la ricerca e la coltivazione di idrocarburi, andando così a violare la loro autonomia, incidendo profondamente nella vita di un territorio, nella sua vocazione e nell’ambiente che lo caratterizza.

Riguardo il “Pozzo Pergola1”, l’Autorità di Bacino invierà nei prossimi giorni una nuova nota all’ENI per chiedere chiarimenti sull’autorizzazione per effettuare i lavori nel Comune di Marsico Nuovo.

Durante l’incontro, si sono riuniti dei tavoli di lavoro costituiti da componenti del mondo della scuola, dell’imprenditoria (presente il CONSID, il Consorzio Imprese Diano), delle aziende agricole e della società civile per dare vita ad un documento con proposte concrete che delinei il programma di crescita nel quale il Vallo di Diano vuole credere ed investire e che sarà diffuso già nei prossimi giorni.

#ioVivoQui e voglio continuare a viverci: non stanchiamoci di continuare a progettare un futuro diverso per il nostro territorio.

– Filomena Chiappardo –


 

Un commento

  1. Mario Senatore says:

    VIVA CHI NON SI PROSTRA ED ACCETTA SUPINAMENTE PROVVEDIMENTI CHE LO ESPROPRIANO DI LIBERTA’ E DIGNITA’.
    W CHI SI ARRABBIA (E FA SAPERE DI ESSERCI).

    Mario Senatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*