Si è tenuto iera sera, presso l’auditorium ad Atena Scalo, l’incontro promosso dal Comitato “No al Petrolio” per continuare le azioni di informazione e sensibilizzazione riguardo lo “Sblocca Italia”, relativamente agli articoli 35, 36,37, 38 sulle trivellazioni petrolifere, al pozzo Pergola1 di Marsico Nuovo e agli eventuali rischi di contaminazione delle acque dei fiumi Sele e Tanagro.

Non si fermano le attività del Comitato, continuando a tenere alta l’attenzione sulle delibere dei consigli comunali del Vallo di Diano contro lo “Sblocca Trivelle”: i tempi si fanno sempre più brevi, poichè la Camera ha approvato il decreto legge con 278 voti favorevoli, 161 contrari e 7 astenuti.

Nel corso della prossima settimana, il Comitato, insieme al consigliere regionale Donato Pica, al presidente della Comunità Montana Raffaele Accetta, al sindaco di Atena Lucana Pasquale Iuzzolino e all’Ufficio tecnico del Comune di Atena, incontrerà l’Autorità di Bacino; il consigliere Pica ha, inoltre, presentato al presidente della Regione Stefano Caldoro e all’assessore Giovanni Romano un’interrogazione per conoscere se gli uffici preposti siano stati interessati allo scopo della necessaria verifica delle pratiche sospese e da definire entro il termine del 31/12/2014.

Presenti all’incontro esponenti del Comitato “Blocchiamo il pozzo Pergola1” insieme a cittadini provenienti da vari Comuni lucani, tra i quali Satriano di Lucania, Antonio Bavusi, presidente Ola Basilicata.

Per fare rete tra tutte le realtà artigianali, agricole, con il mondo della scuola, della politica e per creare momenti di confronto e di informazione, il Comitato dà appuntamento a sabato 8 novembre ad Atena Scalo: il Vallo presenta tante realtà positive, di eccellenza, che possono aiutare a crescere tutta la comunità e su queste bisogna investire e puntare per costruire il futuro.

#ioVivoQui e voglio continuare a viverci: il futuro non è nero se si uniscono le forze e se insieme si punta alla crescita culturale, turistica e sociale del nostro territorio, rispettando l’ambiente e la nostra terra.

– Filomena Chiappardo –


 

Un commento

  1. Siete diventati patetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*