Si è tenuto ieri sera, presso l’Auditorium di Atena Scalo, l’incontro pubblico voluto dal “Comitato No al Petrolio” per informare i cittadini sugli eventuali rischi derivanti dalle attività dell’ENI per il pozzo Pergola 1 di Marsico Nuovo. Nonostante l’Autorità di Bacino del Sele non abbia rilasciato l’autorizzazione ad effettuare i lavori che si trovano sullo spartiacque delle sorgenti nei bacini dei fiumi Sele ed Agri, lo scorso 23 ottobre l’ENI ha avviato i lavori per il pozzo: il pericolo di contaminazione delle acque sarebbe molto serio anche per i fiumi Melandro, Bianco e Tanagro per gli eventuali sversamenti.

L’incontro, introdotto da Erminia Pinto, ha rappresentato un’occasione di dialogo e di confronto, da cui sono nate riflessioni e proposte da parte dei numerosi partecipanti: è emersa una grande preoccupazione per il futuro del nostro territorio anche in relazione allo “Sblocca Italia”. Il Comitato “No al Petrolio” ha chiesto nuove adesioni e nuove forze per mantenere sempre alta l’attenzione e per le future iniziative, che richiedono la consapevolezza e la responsabilità di ogni cittadino: non si può delegare ad altri, ognuno è chiamato a fare la propria parte. In quest’ottica, il Comitato ha chiesto l’impegno dei presenti a sollecitare le amministrazioni comunali a deliberare affinchè la Regione Campania si opponga in maniera forte e decisa allo “Sblocca Trivelle”. E’ emersa, inoltre, la necessità di un cammino condiviso, che coinvolga i cittadini e gli amministratori, affinchè le azioni di tutela siano sempre più incisive ed efficaci.

Il Comitato ha, inoltre, proposto un presidio permanente per informare e per creare una rete sempre più ampia nel territorio. Tante le testimonianze nel corso dell’incontro: hanno preso la parola, tra gli altri, Elia Rinaldi, sindaco di Buonabitacolo, Mario Colella del Comitato “Blocchiamo il pozzo Pergola1”, che continua con impegno la sua battaglia per la salvaguardia del territorio. Il prossimo appuntamento, al quale sono invitati cittadini ed amministratori, si terrà ad Atena Scalo il prossimo 31 ottobre, in vista di una mobilitazione generale di tutto il Vallo di Diano.

#ioVivoQui è l’hashtag per seguire tutte le iniziative e per tenersi informati. Noi viviamo qui, vogliamo continuare a viverci e vogliamo un ambiente sano, uno sviluppo sostenibile ed il rispetto della nostra terra.

– Filomena Chiappardo –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*