Novità in vista dal 2015 per gli automobilisti nel campo delle RCA auto. La riforma delle assicurazioni riappare sotto forma di disegno di legge sollecitato dalle associazioni nazionali dei carrozzieri, per ridurre le tariffe e tutelare i diritti di consumatori e carrozzieri.

Tra le novità l’obbligo, per chi abbia l’auto danneggiata in modo grave in seguito a un incidente, di farla riparare e di revisionarla entro 60 giorni l’obbligo della fatturazione di tutti gli interventi di riparazione. Sarà inoltre eliminato il risarcimento diretto, cioè la facoltà per l’automobilista di chiedere il rimborso del danno alla propria assicurazione che poi si rifà su quella del responsabile dell’incidente.

Prevista anche la possibilità di praticare sconti particolare da parte delle compagnie assicurative, che potranno proporre ai loro clienti l’ispezione preventiva del veicolo, a seguito della quale sarà possibile effettuare uno sconto sul premio da pagare. Allo stesso modo potranno offrire l’installazione delle “scatole nere” a proprio carico e avranno l’obbligo di ridurre il premio in misura minima prefissata e di accettare i risultati delle registrazioni come prova in giudizio.

Novità anche per quel che riguarda il tagliando assicurativo esposto sul parabrezza. Da aprile 2015, infatti, il contrassegno cartaceo della RCA non esisterà più e il controllo del pagamento del premio avverrà con la lettura delle targhe, attraverso l’archivio integrato della Motorizzazione Civile.

Il controllo della RCA potrà essere perseguito utilizzando i sistemi di rilevazione automatica delle targhe. Le telecamere dei tutor presenti sulle Autostrade, e in seguito anche quelle delle zone ZTL nelle città, potranno intercettare gli automobilisti che guidano mezzi non coperti da assicurazione. Il Tutor sarà in grado di fornire anche informazioni sullo stato di revisione e di assicurazione del veicolo.

– Chiara Di Miele –


 

Un commento

  1. roberto quaini says:

    In pratica a bordo del veicolo non è necessario avere alcun documento cartaceo o elettronico che documenti la regolarità dell’assicurazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*