“Amici della Musica del Lagonegrese” è un’associazione benemerita perché da anni svolge un’importantissima funzione culturale di sostegno dei talenti locali e di promozione dei generi musicali non commerciali, come la classica, la sperimentazione e il jazz.

Promossa dal sodalizio e sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, “Protagonisti italiani del Jazz”, appunto, è il titolo della rassegna che ha avuto inizio il 23 settembre scorso a Latronico, in provincia di Potenza. Graziano Accinni (chitarra) e Felice Del Gaudio (contrabbasso) in duo sono stati i protagonisti del concerto, due musicisti legatissimi alla Lucania e tra loro: entrambi componenti del gruppo storico del compianto cantautore Mango che mosse i primi passi da Lagonegro, hanno proseguito carriere individuali nel mondo del jazz e della ricerca etnomusicologica e si sono ritrovati di nuovo insieme in un progetto musicale che segna il punto delle loro esperienze musicali.

Il secondo appuntamento della rassegna ha visto protagonisti, il 27 settembre ancora a Latronico, il sassofonista Gianfranco Menzella e il suo Quintetto. Gianfranco Menzella collabora da alcuni anni con artisti di fama internazionale come Eric Marienthal, Jerry Bergonzi, Steve Grossman, Randy Brecker, Mario Rosini, Fabrizio Bosso, Michael Rosen, Joe Magnarelli, spaziando dal be-bop, all’hard-bop al funky jazz, con brani standard e composizioni originali.








Gli “Amici della Musica del Lagonegrese” hanno anche un’importante anima valdianese nel M° Francesco Langone – chitarrista, ricercatore, insegnante, originario di Polla, ma anche instancabile promotore di eventi artistici – il quale non poteva non portare i “Protagonisti Italiani del Jazz” anche nel Vallo di Diano, tra l’altro gettando così un ponte culturale tra questa parte del Basso Salernitano e la Basilicata nel nome della Lucania. Infatti domani, giovedì 1 ottobre presso il Teatro Comunale di Sant’Arsenio chiuderà la rassegna il concerto di Antonio Onorato col suo New Quartet. Oltre al chitarrista partenopeo, il New Quartet è formato dal pianista/tastierista salernitano Alessandro La Corte e dai napoletani Giuseppe Arena al basso e Mario De Paola alla batteria. Antonio Onorato porterà in concerto il suo caratteristico sound solare mediterraneo, partendo dai suoni del primo cd “Gaga” fino ad arrivare a “Vesuvio Blues”, passando da atmosfere brasiliane agli indiani d’America, dal jazz al rock-blues, ma con la tradizione melodica napoletana sempre nelle corde e nel cuore.

Antonio Onorato è musicista eclettico, compositore fertile ed innovativo; a 55 anni è entrato di diritto nella storia della chitarra italiana. Nella sua discografia, costituita da 26 album, ha saputo innestare su linguaggi jazz-rock, gli stilemi armonico-melodici della tradizione napoletana fondendoli con la musica afro-americana, mediorientale e brasiliana, elaborando uno stile originale e sempre in evoluzione. È l’unico musicista al mondo a utilizzare la breath guitar o chitarra a fiato, uno strumento rivoluzionario e futuristico. Ha suonato in prestigiosi festival e teatri in tutto il mondo tra cui il Blue Note di New York e ha collaborato con Pino Daniele, Franco Cerri, Toninho Horta, James Senese, Gerald Cannon, Enrico Rava, solo per citarne alcuni.

Dunque, importante appuntamento con Antonio Onorato New Quartet domani al Teatro Comunale di Sant’Arsenio.

Il concerto avrà inizio alle ore 21:15 e si svolgerà nel rispetto delle attuali normative anti Covid; è possibile prenotare i posti scrivendo a: info@lagonegromusica.it o telefonando ai numeri 3490581950 e 3312155859.

– Carlo Maucioni –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*