sindaco rofrano cammarano 2Il primo cittadino di Rofrano, Nicola Cammarano, è stato tratto in arresto ieri dai militari della Guardia di Finanza di Vallo della Lucania con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico. A riportare la notizia è il quotidiano La Città.

I finanzieri –  si legge nell’articolo di Vincenzo Rubano – avrebbero scoperto il materiale pedopornografico durante un normale controllo fiscale nel suo studio di commercialista a Rofrano. Sulla vicenda vige il massimo riserbo.

L’indagine è coordinata dal sostituto procuratore Ivana Niglio e dal procuratore capo Giancarlo Grippo. Al vaglio della fiamme gialle l’hard disk del computer personale di Cammarano e altri dispositivi informatici. Ora gli investigatori dovranno analizzare il materiale sequestrato per risalire all’identificazione dei minori vittime degli abusi.

Nelle prossime 48 ore toccherà al gip decidere se convalidare l’arresto o rimettere in libertà il sindaco che è attualmente detenuto presso la Casa Circondariale di Vallo della Lucania.

– Erminio Cioffi – 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*