E’ scattato il sequestro per una parte dell’area del vallone Fierro, ad Aquara, all’interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

La zona, di oltre 2 ettari, era stata adibita a discarica. L’Arpac e la Stazione della Guardia Forestale di Ottati hanno ritrovato tubi di amianto, scarti di lavori edili e molti rifiuti di diversa natura, tra cui plastica e autoveicoli. Nel 1994 la stessa zona era stata già posta sotto sequestro dagli uomini della Guardia Forestale.

Lungo il vallone Fierro scorre anche un corso d’acqua e, adesso, si ipotizza che sia stato possibile l’inquinamento delle falde, data l’ingente quantità di rifiuti rinvenuti, che potrebbero essere stati gettati anche nella vegetazione e, al momento, risultare nascosti.

L’area ora è delimitata e alla stessa sono stati apposti i sigilli. L’ingegnere del comune di Aquara è il custode giudiziario.

In attesa della convalida del sequestro da parte della Procura, il problema rimane la bonifica del terreno, che potrebbe costare circa un milione di euro, considerata l’ampiezza dell’area e il posizionamento impervio del vallone Fierro.

– redazione – 


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*